RISANAMENTO CANNE FUMARIE

Idroambiente si occupa di risanamento canne fumarie e la loro messa a norma, partendo dall’aspetto conoscitivo e diagnostico (ispezione televisiva) per poi passare alla progettazione e realizzazione di un intervento di risanamento.

ISPEZIONE TELEVISIVA

L’ispezione televisiva della canna fumaria è effettuata mediante l’inserimento nel condotto di telecamere collegate ad una consolle di comando con acquisitore digitale. L’attività permette di verificare lo stato di fatto interno, oltre che le quote di sbocco dei comignoli e qualsiasi altra informazione che abbia pertinenza con l’impianto fumario. Al termine dell’ispezione, viene redatta una relazione tecnica di ispezione contenente informazioni quali:

  • Mappatura del tetto con posizionamento delle canne e numerazione;
  • Disegno in sezione di ogni canna fumaria, con posizionamento metrico delle osservazioni, nominativo dei condomini e quote di interpiano;
  • Dimensioni interne del condotto con relative foto di dettaglio;
  • Dimensioni dei comignoli e relative quote di sbocco;
  • Scheda con dati relativi alla caldaie installate per ogni appartamento (se richiesta);
  • Verbale prova di tiraggio (se richiesto) con rilascio attestato tenuta.

SCARICA BROCHURE

SCOVOLATURA DI CANNE FUMARIE

Laddove a seguito di ispezione televisiva fossero rilevate delle ostruzioni nella canna fumaria, quali ad esempio bave di cemento, tali da ridurre la sezione libera disponibile impedendo il corretto funzionamento della canna fumaria (“tiraggio”), si procede alla rimozione con adeguata strumentazione. Lo strumento per la pulizia (scovolatore), progettato ad hoc, è adeguato e tarato sulle reali esigente riscontrate in campo, tale da rendere la superficie interna liscia e priva di sporgenze. La scovolatura è propedeutica ad un eventuale intervento di risanamento.

IL SISTEMA DI RISANAMENTO CANNE FUMARIE – FURANFLEX ®

Il nostro studio di progettazione, successivamente all’ispezione televisiva ed una volta definita la tipologia di adeguamento da realizzare, predispone il progetto esecutivo di intervento, redatto secondo le normative attuali UNI  10641, UNI 10845, UNI 7129.

Idroambiente utilizza per il risanamento il sistema Furanflex®: guaina termoindurente inserita all’interno dei condotti fumari esistenti da ripristinare, preparata sulla misura della circonferenza del condotto e dimensionata sulla sua esatta lunghezza.

La manichetta calata all’interno della canna fumaria mediante traino direttamente dal tetto fino alla base del condotto, viene gonfiata ad aria compressa espandendosi e adattandosi perfettamente alle pareti interne esistenti. L’immissione di vapore all’interno, per circa 1-2 ore, permette la catalisi (indurimento) rendendo il prodotto rigido, auto-portante, con una buona elasticità, capace di resistere ad eventuali sollecitazioni (vibrazioni o piccoli assestamenti).

risanamento tubazioni
risanamento canne fumarie

Sistema di risanamento che opera dall’interno, adattandosi alle pareti interne indipendentemente dal tipo di sezione, senza nessuna variazione estetica della facciata e con tempi di installazione brevissimi. Prodotto installato senza giunzioni (pezzo unico) che garantisce tenuta costante ai fumi, migliore tiraggio e resistenza alle condense acide

Al termine dei lavori e al completamento di tutte le opere necessarie Idroambiente rilascia:

 
  • Certificazione dell’impianto conforme alle normative vigenti;
  • Dichiarazione di conformità dei materiali utilizzati;
  • Progetto esecutivo in originale;
  • DVD con ispezione di collaudo delle canne dopo il risanamento;
  • Verbale prova di tenuta;
  • Garanzia del produttore del materiale.

Nel caso in cui non fosse possibile perseguire la strada del risanamento mediante guaina termoindurente, posiamo canne fumarie in acciaio esterne.

Per i controlli di sicurezza su impianti privi di dichiarazione di conformità, per redigere la “dichiarazione di rispondenza”, si fa riferimento alla UNI 10738:2012 che consente di valutare lo stato di sicurezza degli impianti esistenti, indipendentemente dall’anno di costruzione.

Per gli adeguamenti si fa riferimento alle normative UNI 7129:2015, UNI 10845:2000, UNI 11137:2011, in completa sintonia con il D.M. 37/2008.

  • Canne fumarie CCR (canne collettive ramificate).
  • Canne fumarie singole.
  • Canne fumarie di centrali termiche.
  • Cappe di ristoranti.
  • Cucine industriali